Parola a Genchi, il consulente informatico di De Magistris

lunedì, gennaio 26th, 2009

Finalmente un tg dà voce a Giocchino Genchi, il consulente di De Magistris. Subito smentite le balle di Berlusconi su intercettazioni, archivi segreti e scandali politici.

Continua a leggere »

Share


Clean-hands Abraham

lunedì, dicembre 29th, 2008

abramo-isacco1

Share


Odo rintocchi di campane

venerdì, dicembre 5th, 2008

Da Stostretto.it::

.

La pratica De Magistris sembrava liquidata, risolta, dimenticata.

L’ennesimo tentativo della politica di difendersi dai processi sembrava essere andato a segno.

Avocazione e trasferimento. Rimprovero e punizione.

Fiumi di parole in quei giorni erano state impiegate per difendere l’operato di De Magistris. Niente da fare.

CSM e Governo tutti concordi: ha sbagliato, deve andar via, lontano dove non può più nuocere!

In molti hanno gridato per non permettere l’apposizione di una lunga linea nera sulle inchieste Why Not e Poseidone.

La campana della giustizia suonava a morto a Catanzaro, ma suonava, come scriveva Jhon Donne, per tutto il paese.

L’ennesimo atto di forza del potere sull’amministrazione della giustizia.

Come a “nascondino” qualcuno aveva fatto “liberi tutti”. Continua a leggere »

Share


Appunti di macelleria urbana

lunedì, luglio 21st, 2008

A qualche giorno di distanza dalla sentenza di primo grado sulle violenze di Bolzaneto, propongo qualche link che ci può aiutare a capire come è andato il processo e che peso hanno le sentenza emesse.

Da Peacereporter.net:
–G8: le divise impunite di Bolzaneto
La verità resta ancora fuori dalle aule giudiziarie. E da quelle della politica. Lunedì 14 luglio, dopo le 22.00 l’agenzia Ansa: “Ventitré anni e nove mesi di reclusione per quindici 15 imputati e assoluzione per 30 Continua a leggere »

Share


E’ normale che esista la paura

sabato, luglio 19th, 2008

E’ normale che esista la paura, in ogni uomo. L’importante è che sia accompagnata dal coraggio. Non bisogna lasciarsi sopraffare dalla paura, altrimenti diventa un ostacolo che impedisce di andare avanti. (Paolo Borsellino).

Oggi vorrei ricordare gli uomini che morirono il 19 luglio 1992 in Via D’amelio: Paolo Borsellino, Agostino Catalano, Claudio Traina, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Cosina.

In questi giorni in cui esponenti di spicco della mafia stragista sono riusciti ad uscire dal regime 41 bis ed altri ci stanno provando, a cominciare dai Lo Piccolo, vorrei chiedere al ministro della Giustizia, che sarà oggi in Via D’Amelio, di opporsi con tutte le forze affinché ciò non avvenga. Continua a leggere »

Share