Governo vs Sky: una tenaglia un po’ porno.

2 dicembre 2008 – 16:31

G. – Che è sta storia della tenaglia?

A. – E’ una tecnica. E’ semplice, efficiente e sicura. Il governo l’ha già dimostrato in altre due occasioni: Lodo Alfano e Vigilanza Rai. Funziona così: perchè dichiarare subito gli obiettivi e spingere in una sola direzione? Meglio far pressione su due fronti diversi, come quando stringi con una tenaglia… Poi quando hai raggiunto il tuo obiettivo vero, l’altro lo lasci perdere.

G. – Ah, capisco, una tecnica estorsiva! E che c’entra il Lodo Alfano?

A. – Non ti ricordi? Per bloccare il processo sui fondi neri Mediaset da una parte minacciava di paralizzare l’intero sistema giudiziario italiano con la blocca-processi, dall’altra presentava un provvedimento incostituzionale che lo proteggesse direttamente.

G. -Certo, è chiaro! Ha funzionato alla grande: un volta passato il Lodo Alfano, è saltata la blocca-processi. Lo stesso poi è successo con il braccio di ferro in Commissione di vigilanza Rai e in Consulta.

A. -Già, e adesso ci risiamo con Sky, lo schema è sempre quello.

G. -Mi manca un passaggio però. So che intendono raddoppiare l’Iva per le pay-tv, ma in questo caso qual è l’altro braccio della tenaglia?

A. -La porno tax! Pensa che è stata inserita nello stesso articolo del decreto anticrisi in cui si trova il raddoppio dell’iva. In pratica è una tassa del 25% sui redditi derivati dalla commercializzazione o dalla messa in onda di materiale pornografico. Dovrà essere Bondi con un nuovo decreto da emanare entro 60 giorni a decidere cosa ricade nella categoria tassabile!

G. -Bondi? fantastico, la legge Bondage, ahahah! Comunque l’effetto tenaglia è assicurato, il 25% è tantissimo, se pensi che il porno è uno dei proventi maggiori per le pay-tv… E soprattutto non ne possono parlare nello spot che stanno mandando in onda in questi giorni.

A. -Proprio così. Il governo poi cederà su uno dei due fronti, ma l’obiettivo sarà comunque raggiunto. In questo caso mi pare chiaro che l’obiettivo sia tagliare le gambe ad un’azienda che non la smette di crescere e dà fastidio.

G. -Non mi venire a parlare pure tu di conflitto di interesse… Anche tu ti sei svegliato oggi?

A. -Ma figurati!, come diceva Travaglio ieri, è un’espressione superata. Rileggendo tutto dopo l’inchiesta di Lillo e Gomez, poi, le cose risultano ancora più grottesche. Ma ormai ci siamo abituati, no?

G. -Sì che ci siamo abituati, non siamo mica in Thailandia, dove protestano ancora contro i corrotti. Poi c’è pure la crisi in ballo.

A. -Esatto. Per fortuna abbiamo un governo forte che ha scelto la strada migliore subito. Abbiamo fatto da apripista contro la crisi, il premier dice che gli altri paesi hanno preso esempio da noi.

G. -Questo è vero, te lo posso confermare. Noi alziamo l’Iva e tagliamo i fondi per l’energia pulita. Gli altri paesi hanno visto cosa abbiamo fatto e hanno capito che bisognava abbassare l’Iva e puntare sulle fonti di energia rinnovabile.

A. -Bah, sei Il solito disfattista! Vedrai che in fondo non sono così incompetenti, quando la crisi arriverà all’economia reale si daranno da fare.

G. -…

A. -…

G. -Comunque niente male questa tecnica della tenaglia, dai piduisti c’è sempre da imparare qualcosa.

Share

Autore:

  1. 8 Risposte a “Governo vs Sky: una tenaglia un po’ porno.”

  2. Scritto da adriano bianchi il dic 2, 2008

    bellissima questa intervista complimenti!!
    per i piu’ “svegli” che girano in rete la tattica tenaglia l’hanno vista da tempo….con un informazione seria e non dipendente ne sarebbero al corrente tutti….ahime’…

    povera italia

  3. Scritto da Dandy il dic 3, 2008

    http://www.beppegrillo.it/2008/12/liste_civiche_a/index.html?s=n2008-12-03
    è l’unica possibilità di cambiamento!Dobbiamo reagire e creare l’alternativa, partendo dai mezzi di comunicazione, creare canali comunicativi diretti alternativi e reali, che spingano la gente all’analisi critica e all’autoproduzione del pensiero costruttivo, e quindi all’attivismo…il tempo stringe il regime “mediatico”come lo ha chiamato travaglio nell’ultimo passaparola è già in atto…alle nostre coscienze la scelta, o con loro o contro di loro.Il futuro è nelle nostre mani, bisogna agire!ORA!E tutti!Via le mani dagli occhi!

  4. Scritto da Pierdamiano il dic 3, 2008

    Complimenti per cio che è scritto. Bisogna aprire gli occhi alle persone. Aggiungerei anche la tecnica, Tenaglia 2, in cui cercano di convincere gli elettori che hanno semplicemente seguito un diktat dell’UE, quando invece quest’ultima non aveva fatto altro che sollecitare il livellamento delle aliquote. Se si promettono tasse più basse per i cittadini, il livellamento non può che avvenire verso il basso. 4,6 milioni di famiglie pagheranno di più, l’inghilterra era in infrazione come noi e ha livellato al ribasso nonostante lì addirittura la crisi economica sia ancora peggiore della nostra. Via le mani dagli occhi, davvero. (o come hanno cantato i Negramaro a Roma, Via Alemanno dagli occhi XD)

  5. Scritto da PisaMan il dic 3, 2008

    @Dandy: le liste di Grillo sono interessanti e difficili da giudicare. Io faccio parte del Meetup di Roma e devo dire che c’è gente fantastica dentro, non l’avrei neanche immaginato.

    Ieri invece i nostri sono riusciti a fare questo teatrino nel giro di 6 ore, altro che bagaglino:

    “Se la sinistra insiste perché si cambi la norma (sul raddoppio dell’Iva a Sky, ndr), la prendo in parola. Sono assolutamente d’accordo, purché si rispettino le norme europee”. (Silvio Berlusconi, presidente del Consiglio, Tirana, 2 dicembre 2008)

    “La norma che rialza l’Iva per i servizi Sky serve per evitare l’apertura di una procedura di infrazione Ue, il cui termine scadeva in questi giorni”. (Giulio Tremonti, ministro dell’Economia del governo Berlusconi, Bruxelles, 2 dicembre 2008)

    “Non si torna indietro. Ma nemmeno per sogno! Dove troviamo i soldi per fare tutto ciò che abbiamo fatto? Quindi resta il fatto che è abolito il privilegio di Sky” (Silvio Berlusconi, presidente del Consiglio, leggo.it, 2 dicembre 2008)

  6. Scritto da Dandy il dic 4, 2008

    Pisaman loro fanno quello che vogliono finché gli sarà concesso di farlo…e hanno il potere di farlo, e lo faranno sempre sin quando i miei coetanei figli di papà catanesi, invece di pensare al loro comune inabissato nei debiti e nel delirio urbano, si fanno le feste all’acquasanta sponsorizzate dalla Durex in cui si vincono tanti fantastici gadget…porca miseria qua siamo allo sfacello totale…nessuno sta capendo più un cazzo in questo cazzo di mondo perverso, il teatrino dell’assurdo lo stiamo vivendo ogni giorno, ormai i giovani non hanno slancio creativo, sono perfetti burattini privi di spirito, tutti passivi nelle mani dei media e di tutta la merda che ci hanno trasmesso da 20 anni a questa parte, in cui si evince che l’unico scopo della tua vita è il protagonismo televisivo o esibizionistico delle serata infighettate, è l’immaginario collettivo che è ormai distorto e perverso, tu vali in quanto sei stato in televisione e/o giochi in una squadra di calcio, di conseguenza sei ricco, di conseguenza ti sei realizzato nella vita (vedi cassano nel suo ultimo libro arriva a dire di aver avuto tra i 600 e i 700 rapporti sessuali con donne differenti), addirittura i calciatori scrivono pure libri…è paradossale!Ma chi non vorrebbe essere come loro al posto loro?Questo è quello che comunicano i media, ci dicono che l’unico godimento della vita è il sesso…questo è quello che hanno insegnato 20 anni di televisione, e su questa linea si muovono…è una tragedia sociale storica, la dittatura è quasi autoimposta…ci siamo nutriti di questo, e questo ci hanno dato in pasto sino all’esasperazione, e questo ha spinto il sistema a dirigersi in questa direzione degenerativa, tette culi calcio, tette culi calcio, tette culi calcio, la formula perfetta del consumo di massa… ci hanno stimolato sensorialmente e ormai associamo sesso a qualsiasi prodotto sponsorizato dalla bonazza di turno, e tutto per indurci al consumo, con quali conseguenze tragiche? Che le nostre giovani donne di questo paese si vendono e svendono per apparire in televisione, perchè si sentono nullità in confronto ai modelli che vedono, invece seguono la strada della corruzione e del successo facile, e perchè non farlo quando puoi anche diventare ministro????Questo non è il cane che si morde la coda, questo è un sistema pianificato di controllo, come nei lager nazisti, ma senza filo spinato! E come succedeva nei lager, che le donne si vendevano agli ufficiali per ottenere dei privilegi, così le donne di oggi si vendono ai manager per poter apparire, per poter essere, ormai l’essere o l’esistere è strettamente legato ai media, tu esisti in quanto sei pubblicizzato e/o ti hanno visto milioni di persone, altrimenti perfetto sconosciuto sei una nullità, è incredibile come sono riusciti a fare questo con miliardi di persone. Tutti gli impulsi sociali devono essere dirottati al consumo…tutto deve sottostare alla leggi del profitto e dell’immagine… e questo lo dimostra anche l’arte che ormai è finita e sfinita dalle leggi del mercato…abbiamo perso la sensibilità, abbiamo perso la poesia, abbiamo perso la libertà…viviamo come asini bastonati che girano la macina, e portano avanti il mulino che non ha più vento…la mia generazione è senza vento cantavano i timoria…la mia generazione è inabissata in un vortice di non sensi volutamente creato da chi ci comanda, dico io!
    In Italia questo fenomeno mediatico è esasperato e fa riferimento ad unica persona, che oltre ad essere presidente del consiglio, possiede tre televisioni la storia la sappiamo, e fa dire quello che vuole a tutti i burattini di turno instaurando un sistema dittatoriale a tutti gli effetti, in cui chi non ci sta è automaticamente tagliato fuori…ma la gente non capisce è succube del messaggio e non ce la fa a capire la falsità…non ci riesce e non ci riuscirà mai fin quando non scopre un’alternativa come quella di Grillo su internet, come fare quindi?Cosa fare?C’è salvezza? non so cosa ci salverà ma se qualcosa ci potrà salvare sarà solo la coscienza, il ripristino dei valori morali e la solidarietà in antitesi ad un egoismo sempre più asfissiante, la ricerca maieutica della verità…e che l’istituzione ecclesiale si svegli una cazzo di volta e faccia quello che gli compete, che qua di anime da riprendere ce ne sono quante se ne vuole. Staremo a vedere…io medito anche di gettare la spugna e andare a vivere altrove, perchè quando ti fottono pure il lavoro cosa ti resta?Adeguarti al sistema…diventa transessuale fai politica e partecipa all’isola dei famosi!!!
    Non è la vita che mi piacerebbe vivere…ma stanno già facendo credere pure questo a molti…e solo per un scopo…vendere e trarne profitto!
    See you space cowboy…
    Con amarezza.

  7. Scritto da Paolonio il dic 4, 2008

    Tutto vero… meno male che in Italia c’è la sinistra che fa qualcosa altrimenti sai che disperazione? Forse sarei addirittura disoccupato! Oops mi sa che lo sono già…

    PS: commovente come certe aziende si preoccupino tanto della bilancio economico dei loro clienti… ah già ma loro (ancora) non fanno politica quindi inutile spendere tempo a commentare la loro meschinità

  8. Scritto da PisaMan il dic 4, 2008

    @Paolonio: se aspetti che l’alternativa a questi temi sia la (pseudo)sinistra stai fresco…

    quote:”PS: commovente come certe aziende si preoccupino…”
    Esatto, riescono a parlare solo quando gli toccano il loro orticello.

    @Dandy: Finché non ci abituiamo c’è speranza, no?

  9. Scritto da Dandy il dic 4, 2008

    eheheheh…Finchè non ci abiutiamo c’è speranza no?…eheheheheh
    Loro ci hanno indotto all’abitudine…ci hanno plasmato, e plagiato lentamente, tutto il processo di deriva della cultura nei media è stato misurato e somministrato a piccole porzioni indolore, a piccole dosi nelle nostre menti, affinchè noi ci abituassimo allo schifo, lentamente e senza accorgercene più di tanto, a poco a poco si è andati sempre a peggiorare, la tv spazzatura non è nata dall’oggi al domani, il controllo dei giornali nemmeno, chi comanda e cioè la massoneria, ha fatto bene i suoi conticini…piano piano, la degenerazione ha prevalso per tenere incollati allo schermo milioni di casalinghe, con le telenovelas che hanno distrutto il senso della comunità tra le persone, con i reality che hanno distrutto il senso di realtà del tessuto sociale, e con tutto lo schifo dei programmi della defilippina in conclusione…chi si è disabituato a tutto questo schifo è anche automaticamente un escluso e un disadattato, vedila una ragazza che non parli delle telenovelas con le sue amiche…una emarginata e chi può, quali genitori o quali maestri di vita possono insegnare ai propri figli a sviluppare un senso critico nei confronti di quello che vedono e vivono quando leggendo la repubblica dell’altro ieri si legge che 7 coppie su 10 tradiscono il proprio partner e sono contente di farlo?Io non voglio fare il moralista, ma qua si è perso il senso delle cose…totalmente!Allora per stare bene dobbiamo solo sperare di abituarci pure noi…o matureremo un disgusto tale da portare ad un cambio di rotta effettivo?Queste sono le domande che si deve porre la società civile di oggi…ma chi ne parla?A parte questo piccolo pertugio virtuale cosa si muove, affinchè qualcosa cambi?Affinchè la gente prenda coscienza?Se non lo facciamo noi, non lo farà mai nessuno e quei pochi che prendono coscienza si sentiranno soliti e ricadranno nell’abitudini del senso distorto… quindi ribadendo quanto scritto precedentemente…bisogna agire! ORA ! Via le mani dagli occhi!!!

Sorry, comments for this entry are closed at this time.