Anathema – Hindsight

4 ottobre 2008 – 08:17

Non posso definirmi deluso da questo ultimo lavoro, non mi azzarderei a chiamarla fatica, degli Anathema. A cinque anni di distanza da ” A natural disaster “, album che ho letteralmente divorato, la band inglese propone 9 brani rivisti in chiave acustica più un inedito. Hindsight, questo il titolo del disco, non e’ l’album che tutti aspettavano, e’ un antipasto, in attesa del piatto forte previsto per meta’ 2009. Usiamo il termine previsto, perche’ nel lontano 2003, alcune dichiarazioni di Danny Cavanagh, facevano intuire un’uscita imminente di un nuovo lavoro …e poi sono passati 5 anni di buio, tranne per 3 brani liberamente scaricabili dal loro sito che stavano a significare: ” ehi, siamo vivi, la nostra etichetta discografica ha chiuso, ma noi siamo qui, scaricate questi brani e mandate un’offerta libera “. Personalmente dopo aver dato 20 euro per l’album “In rainbow ” dei Radiohead, non mi vergogno a dire di aver scaricato il brano dal loro sito senza offrire nemmeno un centesimo, ma da sostenitore convinto quale sono, ero piuttosto amareggiato. L’album in questione è qualitativamente ben fatto, brani come ” Are you there ” e ” Fragile dreams ” in queste nuove versioni acustiche riescono a toccare livelli altissimi,grazie anche all’utilizzo di archi e di una voce più melodica che mai di Vincent Cavanagh, come se questi ultimi 5 anni passati per concerti acustici in giro per il mondo siano serviti a rafforzare ed affermarsi in quel genere          ” alternative rock ” a loro tanto caro. Non posso criticare questo lavoro, non posso criticare suoni e note che danno il via ad una tempesta di sensazioni ed emozioni che difficilmente un gruppo musicale riesce a darmi, ma c’e’ anche da dire che parlando di Anathema non riesco ad essere obiettivo.  Per concludere, non posso definirlo un capolavoro, anche perche’ 9 su 10 sono brani vecchi ma tempo per ascoltarlo deve essere assolutamente speso. Il 26 ottobre saranno all’Alpheus a Roma, ovviamente biglietti comprati da tempo. Buon ascolto..

Fragile Dreams

Are you there

Unchained [Tales Of The Unexpected] Brano Inedito

Share

Autore:

  1. 2 Risposte a “Anathema – Hindsight”

  2. Scritto da PisaMan il ott 4, 2008

    Un personalissimo giudizio da un profano del genere: i brani acustici mi stanno piacendo più degli originali :)

    Brenno Rispondi:

    In effetti alcune tracce sono più belle di quelle originali…

Sorry, comments for this entry are closed at this time.